Il libro che mi ha cambiato la vita

Nella vita esistono svariate modalità lavorative. Puoi lavorare per te stesso o per qualcun altro. Puoi lavorare tante o poche ore, puoi guadagnare tanto o poco.

Ci sono molte combinazioni possibili, per esempio puoi lavorare per te stesso, 15 ore al giorno come ho fatto io tra il 2016 e il 2018, compreso sabato e domenica, e guadagnare 10.000€ al mese.

Puoi lavorare per qualcun altro, per 9 ore al giorno, con ferie, malattia e tredicesima e guadagnare 1200€ al mese, come ho fatto nel 1998 quando lavoravo in edicola perché avevo fatto incazzare i miei genitori che mi avevano messo alle strette dicendomi: “Se non vuoi studiare, avrai sempre una casa dove vivere, da mangiare, ma gli extra te li paghi da solo”.

Ognuna di queste situazioni ha lati positivi e negativi. Nel primo caso i soldi sono più che buoni, ma non resta molto spazio per vivere. Nel secondo caso i soldi sono pochi ma fai 2 vacanze all’anno, se ti ammali è tutto pagato e a fine anno hai un mese gratis.

Ci sono poi tante sfumature tra questi due esempi; conosco imprenditori che fatturano milioni di euro all’anno, ma non possono lasciare il lavoro nemmeno per un giorno, e conosco impiegati felici che amano stare in famiglia e guardarsi una bella serie tv a fine giornata.

Non c’è niente di male in nessuno di questi semplicistici esempi e ce ne sarebbero almeno un paio di decine di cui parlare ancora. Quello che però mi colpì in pieno volto 10 anni fa, mentre facevo trekking in Patagonia, fu uno stile lavorativo  nuovo, fresco, stimolante in cui potevo:

Lavorare poco, guadagnare tanto, e godermi la vita nel mentre, senza perdere la dignità e senza fregare nessuno. Tutto questo in un libro che si chiama “4 ore alla settimana” di Tim Ferriss.

BOOM. 

Fino ad allora per me lavorare era, guadagno tot > voglio guadagnare di più > lavoro di più > guadagno di più. Il problema è che alla fine di questa catena arriva  un punto in cui per guadagnare di più devi lavorare di più, ma il tempo è finito. E allora cosa fai? Assumi qualcuno! Olé. Ora oltre a lavorare tutto il giorno devi anche gestire delle persone. Bene.

Poi ti fermi un attimo e ti chiedi… ma sto vivendo in questo modo per cosa? Per i soldi? Per avere una macchina che possono condividere su Instagram? Per poter dire che sono “arrivato?”. Il rischio è che gli anni passano e vieni fagocitato dal fare per avere sempre di più. Mmm no, non mi interessa.

Il primo consiglio che voglio darti quindi è leggere, leggere testi di persone che ragionano in maniera diversa dall’ordinario. Persone come Tim Ferriss, uno dei nostri mentori. Con il suo libro “4 ore alla settimana” ci ha cambiato la vita. Noi vogliamo fare lo stesso con te.

 

Ehi! Ti piacerebbe entrare
nella prima community italiana di coach online?
Allora lascia la mail qui sotto.
Riceverai anche del materiale formativo esclusivo direttamente via mail.