5 passi per diventare Coach Online

“BUSINESS” – Individuare uno o più necessità delle persone, creare qualcosa di meravigliosamente utile per aiutarle, trovare un sistema per farlo conoscere a tutti.

Questo articolo è per tutte quelle persone che amano visceralmente il proprio lavoro, qualunque esso sia: nerd appassionati della tecnica, integralisti stra-esigenti riguardo la qualità del lavoro, che non scendono mai a compromessi quando si tratta di integrità, irrimediabilmente fedeli alle proprie origini e che guardano con occhio sospetto, a tratti giudicante, qualsiasi “nuova tendenza” nel proprio ambito.

Questo articolo è per chi ama fare quello che fa, lo fa bene ma non riesce a superare lo scoglio che gli permetterebbe di farsi conoscere, avere più clienti e portare il proprio business al livello successivo.

Questo articolo è dedicato anche a me o almeno alla me di qualche tempo fa che pensava che tutto quello descritto sopra andasse inevitabilmente a cozzare con qualsiasi sistema di vendita per un pubblico vasto.

Mettersi in mostra, fare video, pubblicità, spiegare in termini comprensibili, semplici, immediati un concetto difficile, ti garantisco, non era roba per me. Non mi faceva sentire a mio agio, mi sembrava di togliere serietà ed esclusività alle conoscenze che avevo ottenuto in anni di impegno. Mi sembrava di essere “meno vera”.

Avevo sempre creduto che farsi pubblicità dovesse per forza implicare un modo artificioso di mostrarsi e di mostrare il proprio lavoro. Che bisognasse essere degli estroversi nati. E invece non è così.

Come ho fatto quindi a passare dal mio studio privato, con pochi e selezionati clienti, ad un business online con centinaia di clienti? Come ho fatto a rompere il ghiaccio, a mettermi in mostra, a pubblicizzare il mio lavoro, a interagire sui social mettendomi in gioco come persona e come professionista?

Come ho fatto a fare questo senza mettere a repentaglio la qualità del mio lavoro, senza cambiare il mio modo di essere e senza perdere di vista quelli che per me sono sempre stati e continuano ad essere valori importanti?

E’ proprio questo quello che voglio spiegarti in queste righe.

Il punto è che guardavo le cose con una lente sbagliata. Vedevo solo quello che non mi piaceva del marketing, quelli che ancora oggi -nel 2020- usano datate tecniche di PNL che non servono neanche più per la vendita porta a porta, quelli che sembrano una cosa nei social e poi quando li incontri dal vivo stenti a riconoscerli.

Il punto, però, è che non funziona così per tutti: ad un certo punto mi sono semplicemente resa conto che tutto quello che mi ha portata a diventare la professionista che sono oggi —le persone e le istituzioni con cui mi sono formata, i professionisti che mi hanno ispirata, i libri, i blog, i corsi di formazione — è stato possibile solo grazie ad una conoscenza iniziale, un contatto, una “vetrina”, una comunicazione diretta, diffusa, intelligente e completa. Insomma grazie al fatto che attraverso la loro visibilità sono arrivata a conoscere coach, corsi di formazione, autori, centri, istituzioni e ho potuto usufruire dei loro servizi.

Il marketing non è, come pensavo, necessariamente una menzogna.

Il marketing è un modo intelligente di comunicare allo scopo di far conoscere e vendere un prodotto la cui qualità non è compromessa dal fatto che il prodotto sia visto da 10, 50 o migliaia di persone 🙂

Ecco quindi 5 punti chiave da seguire se ti trovi in una situazione come quella in cui ero io:

1. Non pensare a come ti vedono gli altri. Pensa cosa piacerebbe vedere A TE.

Mettiti in testa una cosa: non puoi controllare il giudizio degli altri. Una delle mie più grandi paure era “essere fraintesa” nei miei intenti…che poi, alla fine, era semplicemente la paura di essere giudicata in un modo che non mi sarebbe piaciuto. Quindi qual è la soluzione? Focalizzati su quello che sei, su quello in cui credi, su quello che hai da dare, metti in conto che per una persona che ti giudica in un modo che ti mortificherebbe, magari ne stai aiutando altre 15! E poi, rassegnati alla dolce inevitabile verità: non puoi piacere a tutti 🙂

2. Allenati a fare quello che vorresti fare.

L’introversione è un tratto di personalità ma la timidezza, l’essere impacciati, la dimestichezza che si ha nel parlare in pubblico, sono cose che si possono modificare e migliorare e per farlo ti devi allenare. All’inizio magari farai mille prove, butterai video, riscriverai mille volte il testo di post e articoli e perderai più tempo del dovuto. Ma piano piano inizierai a prendere sempre più dimestichezza. Non solo: solo provando e mettendo in pratica ti renderai conto veramente di cosa ti piace e cosa c’è da correggere. E’ molto diversa la teoria dalla pratica e certe cose puoi vedere se funzionano solo quando le metti in pratica. Per esempio

4. Non aver paura del cambiamento.

Molte persone che iniziano ad esporsi e mostrarsi sui social hanno paura di abbandonare alcune caratteristiche che le hanno sempre distinte, hanno paura di cambiare. Ma, ascolta: concentrati sul contenuto, sulla sostanza, concentrati sul tuo valore e su quello che vuoi dare e comunicare alle persone che raggiungerai. Se ti concentri su questo sarà più facile rompere la barriera e la staticità che fin ora ti hanno impedito di aprirti ed esporti.

5. Sii un’ispirazione per gli altri.

Una delle cose che mi ha aiutata di più ad uscire dalla tana è stata la soddisfazione e la gioia di poter aiutare sempre più persone e non parlo solo dei clienti. Parlo di tutte quelle persone che sono ora dove ero io un tempo, rinchiuse nel timore di farsi vedere troppo ma che hanno tanto da dare. Nel mio percorso ho preso ispirazione da tanti professionisti, mentori e coach. Mi piaceva quello che facevano! Mi piaceva come sapevano “mettersi in mostra” con naturalezza e comunicare, mi sembrava di averli vicini. E l’idea di poterlo fare anche io con qualcun altro mi ha dato la spinta decisiva a cambiare.

Ilaria

Ehi! Ti piacerebbe entrare
nella prima community italiana di coach online?
Allora lascia la mail qui sotto.
Riceverai anche del materiale formativo esclusivo direttamente via mail.